pubblicità
Sportcultura Produzioni

Come di consueto, il National Team Event è la gara che, una volta terminate le selezioni nazionali, introduce tutti, atleti e addetti ai lavori, all’ALPECIMBRAFISCHILDRENCUP, quest’anno 51° Criterium Internazionale Giovani FIS.

pubblicità

Sedici squadre al confronto composte da 48 atleti in gara hanno sciato testa-testa nel parallelo che mercoledi 26 gennaio 2022 ha animato la pista Dosso della Madonna a Costa di Folgaria. La gara per il terzo e quarto posto è stata disputata tra la Finlandia e L’Italia A, dove il tricolore ha avuto la meglio vincendo per 3-1. Solito risultato anche fra Germania e Austria A che si contendevano l’oro del parallelo; cosi prende forma la classifica finale dove i tedeschi sommano 25 punti, gli Austriaci della squadra A 20, l’Italia 15 e la Finlandia 13.

La gara più avvincente della prima giornata di gare dell’ALPECIMBRAFISCHILDRENCUP è stata sicuramente lo slalom, in particolar modo la gara U16 femminile.

Maja Waroshits, in gara per la squadra A dell’Austria, con il pettorale n° 3 stacca il miglior tempo in prima manche: 43″.32. Dalla Germania, squadra A, Emily Ertl, con il pettorale 13, è l’atleta che si avvicina di più alla performance di Maja accusando 49 centesimi. Lara Colturi, pettorale 19 squadra italiana A, ha confermato di avere una grande potenzialità ma, non è una novità, ogni gara ha la sua storia e un errore a metà muro della Martinella Nord di Fondo Grande a Folgaria le costa caro, tanto da perdere il vantaggio acquisito su Maja e andare a ritardare 1″.56 dall’austriaca, concludendo sesta. Poi arriva al traguardo Giorgia Collomb che con il pettorale numero 28 prende 70 centesimi dal miglior riferimento cronometrico e si piazza al terzo posto al suo passaggio sulla linea del traguardo, scalzata, due numeri dopo, da Laila Illig che accusa 57 centesimi da Maja e prende a braccetto la sua compagna di squadra che resta stabile in seconda posizione. La classifica della 1° manche continua a formarsi e la pressione azzurra sui migliori tempi aumenta: Angelica Bettoni Mameli, pettorale 42, si piazza al settimo posto con un tempo di 45″.09, Marta D’Angelo conclude la prima manche al 9° posto con il suo 45″.74 e Rita Granruaz, con il pettorale 55, fa una bella sorpresa agli sportivi italiani infilandosi al 5° posto fra Giorgia Collomb e Lara Colturi con il buon tempo di 44″.24.

Nella prima manche il dinamismo non è sicuramente mancato ma la seconda rappresenta quanto questo sport metta gli atleti alla prova senza far sconti a nessuno.

Nadine Troker, Italia B, parte 16° in seconda manche e il suo totale di 1’31”.75 regge in vetta alla classifica fino al passaggio davanti alla fotocellula di arrivo di Marta D’Angelo che è 1″.09 centesimi più veloce.

Angelica Bettoni Mameli esce a metà muro della Martinella Nord.

Lara Colturi stacca 1’28”.46 e rimane in testa alla classifica fino al traguardo della compagna di squadra Giorgia Collomb che è più veloce della piemontese di 28 centesimi.

Rita Granruaz esce, Laila Illig prende la terza posizione provvisoria con un totale di 1’28”.87 e Romy Ertl, attesissima la traguardo, si ferma a bordo pista sulla parte alta della Martinella Nord: la suspance cresce.

Solamente Maja Waroshits può scalare il podio ma con un tempo di 1″.28.63 perde due posizioni e non riesce a infilarsi più avanti del terzo posto: Illig passa al quarto, D’Angelo al quinto e Troker al sesto.

Per l’Italia, quella di oggi è stata una bella giornata di slalom: quattro atlete in 1″04 con l’oro e l’argento di Giorgia Collomb e Lara Colturi e il quinto e sesto posto di Marta D’Angelo e Nadine Troker conquistati con numeri di pettorale da fine elenco iscritti della gara di oggi.

Lo sloveno Miha Osberan vince lo slalom U16 maschile, mantenendo la miglior posizione fin dalla prima manche con un totale di 1’21”.08. Edoardo Simonelli, Italia squadra A, dal secondo posto in prima manche a 30 centesimi da Osberan conclude la gara in 10° posizione a 1″.57 dal primo. Ottima la rimonta di David Castlunger, pettorale 135 squadra Italia B, che recupera 17 posizioni e arriva 9°, 8 centesimi più veloce di Simonelli. Cambio di posizione dei finlandesi tra la prima e la seconda manche: Felix Maksimow recupera 2 posizioni a conclude secondo a 31 centesimi mentre Joonatan Jarvela perde un posizione e arriva quarto a 46 centesimi dal primo. David Sachsenmaier, Germania squadra A, arriva terzo a 37 centesimi dallo sloveno recuperando tre posizioni. Anche il russo Dimitry Chudnyy fa un bel recupero: dall’undicesima posizione risale alla quinta sfiorando il podio per 9 centesimi, come l’austriaco Florian Nuemayer che dalla quindicesima piazza conclude la gara in ottava posizione con un totale di 1’22”.55. Asaia Sturm perde due posizioni e arriva settimo e Quirin Lechner, 8° in prima manche, arriva 6°.

Due italiane salgono anche sul podio del gigante U14: Anna Troker arriva seconda con un tempo di 42″.43 e Victoria Klotz la segue a 37 centesimi. La più veloce è la tedesca Luisa Illig che stacca 42″.16.

Giulio Paolo Cazzaniga scia il suo gigante con un tempo di 38″.59 e riserva un posto all’Italia sul podio del giante U14. Il finlandese Samu Timonen vince grazie al suo 38″.54 mentre il terzo posto è dello sloveno Lan Vezovnik dietro a Cazzaniga di un solo centesimo. Kristian Kostner, Mattia Valente e Kejvin Toni si piazzano rispettivamente dal 4° al 6° posto.

Anna Troker, rimonta una posizione dalla prima manche, e fissa in Italia l’oro dello slalom U14 femminile con un totale di 1’24”.63. Luisa Illig perde una posizione e si deve accontentare del secondo posto a 22 centesimi. Resta stabile al terzo posto l’olandese Anouk Van Maren con un totale di1’28”.05 a 3″.20. Niente da dire, Troker e Illig hanno fatto il vuoto e dal terzo posto si è vista un’altra gara. La slovena Julia Strel risale tre posizioni e arriva quarta 28 centesimi dalla Van Maren con un totale di 1’28”.33. Beatrice Mazzoleni, Italia B, si mette alle spalle Lina Sostarko, Slovenia A, e si piazza al quinto posto con un tempo di 1’28”.91, distaccandosi da Lina di 80 centesimi.

Samu Timonen è il missile dello slalom U14 maschile: miglior tempo fin dalla prima manche chiude la gara con un totale di 1’25”.58 e si stacca dal secondo, lo sloveno Zan Zizek quarto in prima manche, di 4″.79. E’ della slovenia anche il bronzo grazie alla rimonta di Lan Vezovnik che dal sesto posto al termine della prima manche conclude a 4″.95 centesimi da Timonen. Il primo italiano in classifica è Christian kostner che, terzo in prima manche, perde due posizioni e somma un tempo di 1’31”.11.

Lara Colturi e Giorgia Collomb non mollano il podio internazionale e nel gigante U16 femminile portano a casa l’oro e il bronzo con un tempo di 1’44”.55 e 1’45”.90, divise dall’argento tedesco di Romy Ertl, 1″.25 più lenta della Colturi.

Successo italiano anche nel gigante maschile U16 dove Mirko Focher è il più veloce e stacca un totale di 1’41”.61. Secondo e terzo posto per gli austriaci Stefan Koch e Florian Nuemayer a 36 e 42 centesimi da Focher.

L’Italia A vince l’ALPECIMBRAFISCHILDRENCUP con 208 punti, 3 medaglie d’oro, 3 d’argento e 1 di bronzo. La Germania arriva seconda con 154 punti e l’Italia B terza con 150.

L’ALPECIMBRAFISCHILDRENCUP saluta l’edizione 2022 con il sorriso.

Arrivederci al 52° Criterium Internazionale Giovani FIS.

pubblicità