Home località seguite abetone Celina Seghi compie 100 anni.

Celina Seghi compie 100 anni.


Celina Seghi è nata all’Abetone il 6 marzo del 1920.
Vinse la prima medaglia ai Campionati Italiani del 1934
e da li in avanti ne portò a casa altre 37:
25 d’oro, 7 d’argento e 5 di bronzo, ai campionati italiani
e un bronzo nello slalom speciale dei Mondiali di Aspen del 1950.
E’ stata l’unica atleta iatliana a vincere il "K" di diamanti dell’Arlberg-Kandahar.
Ottenne dei buoni piazzamenti sia ai V Giochi Olimpici Invernali si Saint Moritz del 1948,
dove sfiorò il terzo posto in discesa libera e in combinata ed è arrivò 14° in slalom,
che in quelli di Oslo del 1952 dove concluse 4° in slalom, 7° in gigante e 15° in discesa libera.
Proprio nel ’52 si aggiudicò anche la Coppa Foemina.
Smise di gareggiare poco prima dei VII giochi Olimpici invernali di Corina D’Ampezzo del 1956.
Dopo le sciate all’Abetone, stagione dopo stagione, e voli in parapendio per non farsi mancare niente,
Celina partecipa ai Campionati Mondiali Master di Abetone del 2009, di cui vediamo le immagini, vincendo la sua categoria.
Buon centesimo compleanno Celina!

- Advertisment -
all'ombra del Vulcano...

Most Popular

00:02:50

Come si utilizza la mascherina? I consigli dei professionisti.

Alcune indicazioni e informazioni sul corretto utilizzo della mascherina nella quotidianità durante questa fase di ritorno alla normalità, dalla vita sedentaria a quella più attiva o alla pratica di attività fische e sportive.
00:47:17

ASCENSIONE DEL SIGNORE. Santa Messa del 24/05/2020.

live - ASCENSIONE DEL SIGNORE. Guarda la Santa Messa trasmessa dalla Chiesa di San Bartolomeo Apostolo di Fiumalbo.
00:03:04

Si torna in Chiesa. Tutte le regole da rispettare.

I fedeli potranno tornare in chiesa nel prossimo fine settimana. Visto il lungo stop di oltre 2 mesi dovuto alla pandemia è prevista una partecipazione numerosa. In questo servizio vengono messe in evidenza le principali regole da osservare, sia da parte del popolo che da parte del celebrante.

Dal 15 giugno riparte il pubblico spettacolo. Feste paesane e sagre penalizzate. Restrizioni pesanti mettono in crisi il settore.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 apre uno spiraglio di speranza al settore del piccolo spettacolo permettendo la programmazione di alcune rappresentazioni estive aperte al pubblico. Le sagre e le feste di strada sono penalizzate e di conseguenza anche il tessuto economico locale. I lavoratori dello spettacolo chiedono aiuto allo Stato.

Recent Comments