SKIPASS 2020 è annullata. I motivi, le critiche e la prospettiva dell’imminente stagione invernale. VIDEO

Skipass 2020 Restart Edition viene annullata a pochi giorni dall'inaugurazione in ottemperanza in ottemperanza alle norme contenute nel DPCM emanato il 25 ottobre dal Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Giuseppe Conte. Nel servizio video analizziamo i motivi, le critiche e la prospettiva dell'imminente stagione invernale.

878

Oggi, 29 ottobre 2020, a ModenaFiere si sarebbe inaugurata la 27° edizione di Skipass, il Salone del Turismo e degli Sport Invernali, che, per la prima volta nella sua storia, non apre i cancelli.
La fiera è stata annullata a pochi giorni dall’apertura in ottemperanza alle norme contenute nel DPCM emanato il 25 ottobre dal
Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Giuseppe Conte.

Marco Momoli, Direttore di ModenaFiere, palesa il suo disappunto sulla chiusura delle fiere già programmate, evidenziando i danni economici subiti: verranno rimborsati i clienti che avevano acquistato i biglietti online, agli standisti saranno restituiti gli importi che avevano versato per le aree espositive, noi non incasseremo niente.
Evidenzia gli sforzi fatti per attuare gli attuali protocolli di sicurezza, riconosciuti a livello nazionale dal Comitato Tecnico Scientifico e molto rigidi, e guarda avanti nella gestione della fiera, immaginando uno Skipass 2021 molto bello, sempre in sinergia con la Federazione Italiana degli sport Invernali.

Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Presidente della Conferenza delle Regioni, in merito all’ultimo DPCM, con un post su facebook dichiara che “La lotta al virus richiede il massimo di unità.” ma esprime di non condividere molte nuove restrizioni, alcune delle quali forse non pienamente coerenti tra loro,compresa la modalità di alcune chiusure, e chiede al governo di ascoltare in maggior misura le regioni, concetto che spiega con più dettaglio nel suo intervento pubblicato il 26 ottobre durante l’edizione serale del TG3.

In seguito allo stop imperativo che il circo bianco ha subito a marzo, nel pieno della stagione sciistica, per pandemia da COVID-19,
l’Italia che scia auspicava che il taglio del nastro di SKIPASS 2020 “Restart Edition” potesse battezzare la ripartenza del settore economico che riguarda il turismo e gli sport invernali.

Il Presidente della FISI Flavio Roda, pubblicando una news sul sito federale, conferma quanto Skipass sia importante, da sempre,
per tutte le attività legate allo sport di montagna che si aprono al pubblico in vista della nuova stagione.
Dispiaciuto per l’annullamento della fiera e consapevole della situazione sanitaria, esorta il Governo, le Regioni e il Comitato Tecnico Scientifico, affinchè definiscano al più presto le linee guida per permettere la riapertura degli impianti di sci anche per i turisti.
Sottolinea che il mondo degli sport invernali garantisce lavoro a centinaia di migliaia di persone, con un impatto notevole sul PIL del Paese, e che è praticamente impossibile il contagio in pista viste le attrezzature che ogni sciatore veste per proteggersi dal freddo. In oltre, il Presidente fa notare che possono essere praticabili sia le basi degli impianti che i rifugi, in quanto location assimilabili a bar o supermercati, basta rispettare le regole che esistono.

Fonti:

Link alla news FISI: https://www.fisi.org/federazione/news/22025-roda-peccato-per-skipass-ma-subito-regole-chiare-per-far-tornare-a-sciare-anche-i-turisti

A seguito dell’emanazione del Dpcm del 24 ottobre, Skipass, il salone degli sport invernali è stato annullato. Un duro…

Pubblicato da FISI – Federazione Italiana Sport Invernali su Lunedì 26 ottobre 2020

Link al post di Stefano Bonaccini: https://www.facebook.com/stebonaccini/posts/3465357200167819

Link all’intervento di Stefano Bonaccini: https://www.facebook.com/stebonaccini/posts/3468035649899974