Per Noi la Montagna è Vita. La montagna raccontata da chi ci lavora diventa “virale”.

La montagna è fatta da persone che lavorano duro, che vivono di montagna e non può stare chiusa.

598

Genny Perron (web agency Talenti Digitali) e Mariarosa Magro (Videocreativi) creano una community su Facebook senza scopo di lucro che ha l’obbiettivo di raccontare cosa gira intorno alla montagna. 

Questo progetto nasce dall’esigenza di smentire l’inesatta definizione che è stata attribuita al mondo della montagna in genere e in particolare modo al settore che fa riferimento al turismo e agli sport invernali che fruiscono degli impianti di risalita; attività fondamentale per l’economia bianca. 

È così che nasce Per Noi la Montagna è Vita, dove le testimonianze dirette di coloro che lavorano in montagna raccontano qual’è la differenza fra tenere le attività aperte, in particolare modo nel periodo natalizio, oppure tenerle chiuse.

Voci di persone che vogliono lavorare e lo vogliono fare in sicurezza, tema trattato anche nel servizio video che ho pubblicato il 4 dicembre.

A proposito di questo tema è stata lanciata anche una petizione: Salviamo lo sci e il settore invernale

L’obbiettivo è rendere virale l’attività della community (in pochi giorni conta già migliaia di adesioni) che per adesso ha fatto leva sulla sinergia di due attività: il motivo studiato ad hoc da associare all’immagine del profilo Facebook ideato da Barbara Frigo e un video composto dai contributi di tante persone che svolgono varie tipologie di attività presso molte località turistiche invernali italiane. 

Da notare la partecipazione di persone cha hanno scritto la storia dello sci: Federica Frignone, Daniela Ceccarelli, Barbara Merlin, Paolo De Chiesa, Maria Rosa Quario.


Lo sci è lavoro. Impianti aperti o ristori adeguati per la montagna.