Home località seguite abetone Un francobollo per il centenario di Zeno Colò

Un francobollo per il centenario di Zeno Colò

Il tema della terza edizione di Sghiando era focalizzato sul festeggiamento del centesimo compleanno di Celina Seghi e sulla ricorrenza centenaria della nascita di Zeno Colò. Vista la delicata situazione che tutti abbiamo vissuto a partire dalla fine febbraio 2020, il comitato organizzatore, già dai primi giorni di marzo, ha deciso di rimandare la manifestazione sportiva vintage al 2021. L’auspicio è quello di poter officiare la cerimonia del 30 giugno 2020 all’Abetone per celebrare il centennale della nascita di Zeno Colò. Come si evince dal PROGRAMMA DI EMISSIONE DELLE CARTE-VALORI POSTALI PER L’ANNO 2020, il Ministero dello Sviluppo Economico emetterà un francobollo ordinario appartenenete alla serie: “Lo Sport” dedicato a Zeno Colò, nel centenario della nascita. Il primo annullo, ovviamente, è previsto all’Abetone. Intervista a Fabrizio Brugioni, Associazione Il Nido delle Aquile

- Advertisment -
all'ombra del Vulcano...

Most Popular

00:02:50

Come si utilizza la mascherina? I consigli dei professionisti.

Alcune indicazioni e informazioni sul corretto utilizzo della mascherina nella quotidianità durante questa fase di ritorno alla normalità, dalla vita sedentaria a quella più attiva o alla pratica di attività fische e sportive.
00:47:17

ASCENSIONE DEL SIGNORE. Santa Messa del 24/05/2020.

live - ASCENSIONE DEL SIGNORE. Guarda la Santa Messa trasmessa dalla Chiesa di San Bartolomeo Apostolo di Fiumalbo.
00:03:04

Si torna in Chiesa. Tutte le regole da rispettare.

I fedeli potranno tornare in chiesa nel prossimo fine settimana. Visto il lungo stop di oltre 2 mesi dovuto alla pandemia è prevista una partecipazione numerosa. In questo servizio vengono messe in evidenza le principali regole da osservare, sia da parte del popolo che da parte del celebrante.

Dal 15 giugno riparte il pubblico spettacolo. Feste paesane e sagre penalizzate. Restrizioni pesanti mettono in crisi il settore.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020 apre uno spiraglio di speranza al settore del piccolo spettacolo permettendo la programmazione di alcune rappresentazioni estive aperte al pubblico. Le sagre e le feste di strada sono penalizzate e di conseguenza anche il tessuto economico locale. I lavoratori dello spettacolo chiedono aiuto allo Stato.

Recent Comments