Il Criterium Interappenninico di sci alpino Children Abetone 2021 – La sintesi | VIDEO

La sintesi del Criterium Interappenninico dal gigante al parallelo. Tute le dinamiche che hanno portato alla vittoria il Comitato Campano FISi. Toscana ed Emilia al secondo e al terzo posto.

452
pubblicità
Sportcultura Produzioni

Il Criterium Interappenninico di sci alpino 2021 si disputa all’Abetone dal 23 al 26 febbraio.
Nella prima giornata di gare i ragazzi si sono confrontati sulla pista Stadio da Slalom all’Ovovia mentre gli allievi sulla Coppi del Pulicchio,
in modo tale da non concentrare più di 150 atleti per campo di gara come da regolamento FISI nel rispetto del protocollo covid.
I testimoni dei tempi sono i pistoiesi della Federazione Italiana Cronometristi e la prima delle 56 ragazze è partita alle 9:00 in punto,
su un fondo invidiabile e sotto un sole confortante dal calore primaverile.

pubblicità
Lavanderia Stireria Sartoria La Luna

Il miglior rilevamento cronometrico nella categoria ragazzi femminile è appannaggio dell’abruzzese Alessandra Di Sabatino, Sci Club Eur, con 1’04”.10,
seguita a 61 centesimi dall’emiliana dello Sci Club Schia Margherita Saccardi;
terza è Samire Dauti, atleta dello Sci Club Aremogna, Comitato Campano, che chiude con 1’05”.28.
Valentina Pistilli, Sci Club Eur e la toscana portacolori dello Sci Club Abetone Valeria Zalum, sono quarte a pari merito a 1″.53 dalla prima.

Luigi Attanasio vince a la grande il gigante ragazzi maschile, che conta 88 concorrenti al via;
con un tempo di 59″.21 porta sul gradino più alto del podio i colori dello Sci Club Settecolli e del Comitato Campano.
Edoardo Lallini, Sci Club Livata-Comitato Lazio Sardegna, arriva secondo con un distacco di 1″.59,
seguito a 22 centesimi dal pisano del Cimone Ski Team Andrea Passino.
Il primo atleta di casa in classifica è Vittorio Costella, Academy School Val di Luce, quarto a 15 centesimi dal podio.

Le allieve del gigante al Pulicchio sono 56.
La più veloce è la ligure del Comitato Appennino Emiliano Sofia Funaro che porta lo Sci Club 21 sul gradino più alto del podio grazie al totale di 1’53”.66;
la compagna di comitato Corinna Sentieri, Sci Club Cerreto Lago, la segue con 1″.84 di ritardo.
Clara Colzi, Comitato Appennino Toscano-Academy School Val di Luce, arriva terza a soli 2 centesimi da Corinna.

Il Comitato Campano porta a casa le terza medaglia di giornata, la seconda d’oro,
grazie all’allievo del SAI Napoli Francesco Marasco che chiude il gigante con un tempo di 1’51”.81.
Secondo, nel confronto appenninico degli 80 gigantisti allievi, è l’atleta di casa Alberto Landini, Comitato Appennino Toscano-Sci Club Abetone,
che accusa un ritardo di 56 centesimi.
Con il terzo posto di Matteo Seghi, il CAE mette da parte la quinta medaglia degli appennini; l’atleta solidale allo Sci Club Sestola, stacca un tempo di 1’53”.38.

Le gare sono organizzate dal Pool Firenze e dal Comitato Appenino Toscano sulle piste della SAF Abetone.


Nella seconda giornata di confronto interappeninico, i ragazzi hanno gareggiato tra i pali stretti sulla Stadio da Slalom all’Abetone.
Alessandra di Sabatino porta a casa la seconda vittoria; è la migliore nello slalom con un tempo inarrivabile di 1’39.77.
La compagna di club e di comitato Valentina Pistilli si è piazzata al secondo posto con un distacco di 3″.06.
La terza piazza è di Semire Dauti che chiude a 40 centesimi dalla Pistilli.

La Campania si aggiudica l’oro e il bronzo nello slalom ragazzi maschile, Il Comitato Abruzzese l’argento.
Luigi Attanasio, primo nel gigante di ieri e miglior tempo nella prima manche, non conclude la prova.
Antony D’Antonio, Sci Club Vesuvio, sale sul gradino più alto del podio con un totale di 1’41”.09.
Sebastiano Cirricione, Sci Club Eur, arriva secondo a 42 centesimi.
Lucio Materazzo, SAI Napoli, lo segue con un tempo di 1’43”.01.

Angelica Guerri, CAE-Sci Club Sestola, è l’allieva più veloce nel super gigante interappenninico del Pulicchio e stacca un tempo di 1’07”.16.
Il secondo e il terzo posto sono di predominio toscano e i colori sono quelli dell’Academy School Val di Luce.
Clara Colzi arriva seconda a 68 centesimi e Emma Fontanini terza a 1″.19.

Il podio del super gigante maschile è tutto toscano. Alberto Landini dello Sci Club Abetone vince con un tempo di 1’05”.08,
seguito dal compagno di squadra Andrea Bacci a 1″.27.
Al terzo posto torna alla ribalta l’Academy School Val di Luce con Gianmarco Rocchi che conclude la gara a un solo centesimo da Bacci.


Nel terzo giorno di Criterium si invertono i ruoli rispetto al precedente.
Alice Pompei, Sci Club Livata-CLS, è l’allieva più veloce degli appennini nello slalom del 25 febbraio con un tempo di 1’38″46.
Con 3″.11 di distacco, Carlotta Caloro, Sci Club Napoli, si piazza al secondo posto.
La terza piazza è ancora del Comitato Campano con Chiara Sarubbi del SAI Napoli che chiude lo speciale con un totale di 1’42”.18.
La Campania e il SAI Napoli festeggiano anche nella categoria allievi maschile insieme a Francesco Marasco che arriva secondo con un tempo di 1’38”.04;
ma il ritmo di Alberto Landini accompagna l’atleta toscano portacolori dello Sci Club Abetone dalla danza tra i pali stretti oscillata sulla pista di casa
al gradino più alto del podio dello speciale interappenninico con un vantaggio di 64 centesimi.
Federico Cella, CAE-S.C. Cerreto Lago, arriva terzo con un totale di 1’39”.05.

1’08”.27 è il tempo che ha determinato la vittoria di Semire Dauti nel super gigante ragazzi femminile.
La seconda posizione è appannagio di Valeria Zalum che accusa un distacco di 53 centesimi.
Valentina Pistilli, partita sub iudice, conclude la gara al terzo posto con un tempo di 1’09”.56.

Valentina, seconda in slalom e quarta in gigante, alla quale auguro di tornare presto in pista,
è costretta ad interrompere la proficua esperienza interappenninica per causa di un infortunio.

Luigi Attanasio dopo la squalifica nello speciale,
torna a presidiare il podio con il miglior tempo di giornata nel super gigante ragazzi: stacca 1’07”.76.
L’emiliano del Cimone Ski Gabriele D’Arpe arriva secondo a 78 centesimi mentre Edoardo Lallini
porta punti preziosi al Comitato Lazio Sardegna con un terzo posto a 10 centesimi dall’argento.


Il parallelo è l’ultimo atto della 4 giorni interappenninica riservata ai children e si disputa sulla parte finale della pista Zeno 2 all’Ovovia.
I primi 30 atleti per categoria della classifica di gigante hanno avuto il diritto di partecipare alla gara.
La prima fase della competizione ha visto i 120 concorrenti sfidarsi su un tracciato di gigante disegnato sempre sulla coda della Zeno 2,
e la classifica che ne è uscita ha definito quali fossero i 16 atleti per categoria selezionati per confrontarsi in parallelo.

Alessandra di Sabatino conquista il primo posto nella categoria ragazzi femminile su Semire Dauti.
Margherita Saccardi e Lucrezia De Maria hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto.

Luigi Attanasio è stato più veloce di Edoardo Lallini che conclude in seconda posizione e
Andrea Passino vince la sfida con Lucio Materazzo per andare a completare il podio nella categoria ragazzi maschile.

Alice Pompei vince lo scontro su Corinna Sentieri e si aggiudica il primo gardino tra le allieve femmine.
Gaia Rosa De Vita arriva terza e Chiara Sarubbi quarta.

Alberto Landini scappa da Francesco Mazzocchia e si aggiudica il miglior piazzamento nella categoria allievi maschile.
Nel confronto per determinare il terzo e quarto posto Francesco Marasco ha la meglio su Lorenzo Nannini.


Il Comitato Campano vince il Criterium Interappeninico del 2021 all’Abetone,
la Toscana trattiene la coppa del secondo piazzamento mentre la terza va in Emilia.