Taranzano vince il gigante all’Abetone. Aspiranti:grande rimonta di Saracco, Pizzato è il più veloce.

Il GRAN PREMIO ITALIA di sci alpino maschile è approdato all'Abetone dove, sulla pista Coppi 2,oggi 90 concorrenti hanno disputato un gigante.

588
pubblicità
Sportcultura Produzioni

Il GRAN PREMIO ITALIA di sci alpino maschile è approdato all’Abetone dove, sulla pista Coppi 2,oggi 90 concorrenti hanno disputato un gigante e 81 risultano iscritti nello slalom di domani. Sullo sviluppo della pista del Pulicchio, che per il gigante vanta 360 metri di dislivello, Truddaiu e Leiter hanno disegnato, rispettivamente, il tracciato della prima e della seconda manche; Bartolini è arbitro, Pasquesi direttore di gara e Laura Giannesi festeggia la giornata internazionale dedicata alle donne con l’esordio in pista nelle vesti di Delegato FIS.

pubblicità
Lavanderia Stireria Sartoria La Luna

La prima manche vede i primi 21 atleti in classifica entro un secondo:dal miglior tempo di 1’16”.43 condviso a parimerito da Gian Maria Illariuzzi e Pietro Canzio fino a tempo di Mattia Borgogno.

Illariuzzi non conclude la prova e Canzio si aggiudica la nona posizione a 83 centesimi da Luca Taranzano che risulta il più veloce con un totale di 2’36″56 risalendo 3 posizioni. Matteo Pizzato, dalla ventiduesima posizione in classifica nella prima manche, arriva secondo a 23 centesimi. Terzo è Gabriele Sartori a 5 centesimi da Matteo.

Promettono bene i più giovani.
Fabio Allasina (classe 2004) è il terzo aspirante e 34° assoluto con un tempo di 2’40”.29. Al primo e al secondo posto si fanno spazio due atleti del 2003. Edoardo Saracco, trentunesimo in prima manche, chiude la gara secondo negli aspiranti e in 11 posizione assoluta a 99 centesimi da Taranzano, grazie alla bella seconda manche dove ha staccato il secondo tempo a 33 centesimi da Matteo Pizzato. Il più veloce degli aspiranti è Stefano Pizzato che si afferma ottavo assoluto con un tempo di 2’37.21, 34 centesimi più veloce di Saracco e a 65 dall’assoluto.